IN LUCE

Storia di Teatro

 

IN LUCE, IL TEATRO VA AL CINEMA

di Eva Monti

LUNA NUOVA, 8/11/2005

 

C'è tanto teatro nel film "In luce" che verrà presentato al cinema teatro Don Bosco di Cascine Vica e che ha per sottotitolo "storia di teatro". E non poteva essere altrimenti dato che lui è cresciuto artisticamente in questo ambiente, che ha nutrito nella sua stessa famiglia l'amore per tutti i linguaggi che in esso e per esso si coniugano, che ha addirittura fondato una sua Accademia Attori nella quale egli è autore, attore e regista, ma soprattutto insegnante. La sede è in Rivoli, e questa città è l'altra protagonista del film, con le sue atmosfere che rimandano ad un passato sabaudo non recnete, con i suoi scorci e le sue vie, ma anche con i suoi teatri, primo fra tutti quello stesso di Borgonuovo dove debuttano gli allestimenti della scuola di recitazione.

Prodotto dalla società Lunasoft affiancata dalla scuola, il film si pine nel filone del "giallo psicologico" ambientato nel mondo del teatro. <<Dal teatro è confluita in quest'opera cinematografica l'esperienza di consolidati giallisti, maturata in sei stagioni di repliche della foprtunata serie di gialli "Delitti a Teatro", ospitata a Torino>> spiega Chiorino chefu, tra l'altro, protagonista di "Forbici follia", giallo interattivo con risoluzione del "caso" mediante consultazione del pubblico, che fu un successo per più stagioni consecutive.

Eppure non c'è solo il teatro in questo lungometraggio. Parallelamente infatti Chiorino ha ritratto anche il microcosmo umano che lo popola. <<Ho voluto ritrarlo in modo disincantato ma anche affettuoso. - conferma - Un amiente popolato da una "fauna" costituita da personalità indubbiamente complesse, sensibili ed inquiete, a volte decisamente divertenti.>> Ritratti quasi tutti derivati da incontri con "gente di teatro" realmente avvenuti nella sua ventennale carriera di attore e regista.

In poco più di un centinaio di minuti, dunque, si snodano nella pellicola le vicende di una compagnia teatrale colta nelle differenti dinamiche di gruppo, che nascono facendo oscillare la trama stessa del film da commedia a noir a fosche tinte.

Numerose le location rivolesi, oltre ai due teatri esistenti (Borgonuovo e Don Bosco) e tante le facce note che vedremo, perché nel cast figurano volti del panorama teatrale torinese, tra cui spicca Silvia Derossi, ballerina e coreografa, attrice ella stessa, nonché moglie di Chiorino e insegnante della scuola, Marco La Corte, Giovanna Ducco, Giorgia Seren Gay, e molti allievi ed ex-allievi di Accademia Attori. Tra questi anche l'autore della colonna sonora e della canzone su cui scorrono i titoli di coda "La storia di tutte le storie".

A firmare la sceneggiatura, scritta a quattro mani, anche Paolo Curoso che è pure direttore della fotografia. Francesca Carnevali e Roberta Ciampi sono le assistenti alla regia e completano il team tecnico i fonici Pino De Luca e Alessandro Battezzato.

<<La realizzazione di quest'opera si colloca tra le nuove attività della scuola di recitazione che a Rivoli ha la sua sede ormai decennale>> conclude Chiorino. Attività molteplici, proposte a partire da questa stagione, che affiancano agli ormai tradizionali corsi di recitazione teatrali i nuovi corsi di recitazione cinematografica e televisiva.

 


Copyright © 1997-2011 Accademia Attori - Torino