NOZZE DI SANGUE

 

di Federico Garçia Lorca

REGIA DI SILVIA DEROSSI

 

Niente letteratura: teatro puro. Questa la ricerca seguita in modo maniacale ed entusiasta dal poeta di Granada, ricerca intrapresa nella stesura dei tre drammi Nozze di sangue, Yerma e La casa di Bernarda Alba e drammaticamente interrotta troppo presto dalla ottusa stupidità propria di una guerra civile. Nozze di Sangue è un dramma a tre colori: il nero della morte annunciata e puntuale, il rosso del sangue dei morti e dei vivi, il bianco della calce al sole mediterraneo e della lama d'acciaio. Lama impugnata dal braccio dello Sposo, che non è più il suo braccio, ma quello di tutti i suoi morti invendicati.

i tre colori, nella scenografia, nei costumi e nelle sfumature della recitazione, sono la chiave di lettura di questo straordinario testo, nell’allestimento diretto da Silvia Derossi, con un cast di numerosi attori (tra i quali la stessa Silvia Derossi, Sergio Chiorino, Marco La Corte, Madica Sarda, Paola Catapano, Cristina Nosenzo, Lia Lopomo, Gianfranco Calcagno) e con l’intervento degli allievi della Scuola di Recitazione di Accademia Attori delle sedi di Rivoli e Torino.

 La materia drammaturgica - crisi e scomposizione del nucleo familiare - sollecitata da una selvaggia fatalità raggiunge alti vertici di tragedia ridando vita al grande teatro mediterraneo senza tempo. Teatro che a distanza di secoli risorge all'altro capo del medesimo mare, più colorato e sensuale, ma col medesimo sentimento tragico del fato e della natura, nel lampeggiare del sole sul bianco delle case e lo sterpo arso. Il bianco, il nero, il rosso.


Copyright © 1997-2013 Accademia Attori - Torino