il programma
dei corsi

icon

Primo anno

L’avvicinamento alla recitazione avviene mediante lo studio e la pratica delle tecniche fondamentali:

  • Vocalità (dizione, respirazione, educazione della voce)
  • Gestualità (espressione corporea – rilassamento - concentrazione)
  • Creatività (improvvisazione)
  • Recitazione (colori, ritmo, tecniche di lettura e interpretazione di un testo)
  • Caratterizzazione (lavoro sul personaggio - messa in scena)
Il saggio di fine anno consiste nell'allestimento di uno spettacolo a carattere comico o brillante, genere che richiede l’applicazione delle tecniche elencate, permettendo agli allievi di affrontare per la prima volta un pubblico e mettere a frutto al meglio gli insegnamenti ricevuti.

icon

Secondo anno

Si approfondiscono gli studi di dizione e del movimento e si introduce l’argomento centrale del corso: lo studio del personaggio. Affrontando le scene più importanti dei vari testi classici gli allievi imparano a conciliare le nozioni tecniche con il lavoro sulle proprie emozioni, da conoscere e riprodurre.

  • Tecnica:
    • Perfezionamento delle tecniche di lettura
    • Perfezionamento della dizione – Esame di metà anno
    • Approfondimento e prosecuzione del programma di espressione corporea
    • Approfondimento delle tecniche vocali
  • Studio del personaggio:
    • Metodo di accostamento agli stati emotivi del personaggio tramite la ricerca delle proprie emozioni: questo studio parte dall’individualità (carattere, espressione, voce, fisicità) dell’attore e attraverso l’improvvisazione di situazioni arriva progressivamente alla parola e al movimento del personaggio.
Lo spettacolo di fine anno offre all’allievo la possibilità di cimentarsi con scene di vari generi (drammatici e comici) tratte del repertorio teatrale prevalentemente classico.

icon

Terzo anno

Il percorso si evolve attraverso l’utilizzo delle metodologie prima elencate applicate a testi e situazioni tipiche della drammaturgia moderna e contemporanea.

Si ricerca l’affinamento delle tecniche espressive ed interpretative, e l’acquisizione di più vaste sfumature emotive e caratteriali del personaggio. L’obiettivo è il raggiungimento di uno stile di recitazione moderno e “naturale”.

Il saggio finale è costituito dalla messa in scena di un’opera teatrale completa.

Continua la navigazione vai alla Home page